Tecarterapia

Tecar Terapia

Cos’è la tecarterapia?

La Tecarterapia è una nuova tipologia terapeutica, recentemente introdotta, nell’ambito della

riabilitazione motoria, della fisioterapia e del benessere. L’obiettivo ultimo di questa terapia è

quello di riattivare i processi antinfiammatori e riparativi naturali di cui il nostro corpo dispone,

stimolando il sistema emo-linfatico. Così facendo la soglia del dolore nel soggetto si ridurrà

notevolmente, gli effetti della terapia manuale verranno potenziati ed i tempi di recupero della

fase di riabilitazione si ridurranno. Per tali motivi la tecarterapia è stata inizialmente utilizzata in

mero ambito sportivo, settore in cui l’accelerazione dei tempi di guarigione e la ripresa delle varie

attività sportive risulta essere di grande importanza. I successi e gli ottimi risultati raggiunti in tale

ambito, hanno portato ad una rapida estensione della Tecar, in diversi campi.

L’efficienza della Tecarterapia si fonda sulla possibilità di trasferire, energia biocompatibile ai

L’innovazione di questo metodo sta nel fatto che mentre nelle diverse tipologie di terapia l’energia

viene trasferita al paziente dall’esterno, nella tecarterapia non vi è un trasferimento di energia, in

quanto essa viene stimolata direttamente dall’interno del tessuto muscolare. In questo modo i

meccanismi fisiologici di recupero vengono innescati immediatamente in quanto le cariche

elettriche interessate, sotto forma di ioni, stimolano le cellule, riattivando la circolazione

sanguigna ed aumentando notevolmente il livello della temperatura corporea.

La Tecarterapia segna dunque una svolta rivoluzionaria nella patologie osteoarticolari, nell’ambito

della medicina dello sport, medicina estetica, medicina vascolare, reumatologia, nelle patologie

traumatologiche non chirurgiche e nelle patologie dei tessuti molli ecc.. ma anche in fase di

prevenzione, per la cura del corpo e per evitare disturbi e/o inestetismi.

La terapia garantisce risultati immediati e stabili, in tempi ridotti di trattamento.

Come funziona la Tecarterapia?

Tutta la fase operativa del trattamento avviene manualmente, con l’utilizzo di uno strumento

elettronico che, tramite due diversi applicatori, che sono a contatto con il corpo, induce la

riattivazione, localizzata, del sistema circolatorio.

In base all’obiettivo terapeutico che si desidera raggiungere la Tecar potrà stimolare sia la

microcircolazione che la vasodilatazione, nutrendo ed ossigenando i tessuti ed al contempo

Le azioni fondamentali svolte dalla Tecarterapia sono:

– Stimolazione funzionale del circolo periferico;

– Efficace ed immediata azione analgesica;

– Azione drenante dei tessuti.

Per quanto riguarda le tempistiche di una seduta di Tecarterapia  sono state formulate diverse

declinazioni di trattamento a seconda degli obiettivi che si devono raggiungere:

– Sedute di 10-20 minuti per trattamenti antinfiammatori localizzati;

– Sedute di 30-40 minuti per trattamenti curativi intensivi;

Il numero delle sedute varia sulla base della terapia da seguire. E’ possibile ripetere e/o prolungare una

seduta di Tecar nell’arco di una stessa giornata, grazie alla flessibilità della terapia in questione.

Tecarterapia risulta essere molto efficace in patologie di:

Le indicazioni alla Tecar sono numerose; fra le diverse patologie o le condizioni nelle quali si sono

ottenuti soddisfacenti risultati ricordiamo: le lesioni traumatiche di tipo acuto, la metatarsalgia, i

deficit articolari, la rizoartosi , la gonartrosi, i postumi di fratture, la sindrome della cuffia dei

rotatori , la fascite plantare, la tendinite dell’achilleo, la tendinite rotulea, la coxartrosi e le

coxalgie, , la lombosciatalgia, la sindrome del tunnel carpale, la cisti di Baker, l’epicondilite, la

cervicalgia e la cervicobrachialgia , le artropatie da patologie autoimmuni ecc.

Sottoponendosi a questo tipo di terapia  non sono stati riscontrati effetti collaterali, nè esistono

controindicazioni in merito. Per tali motivi la Tecar può essere applicata in tempi molto ravvicinati

al trauma, può essere ripetuta più volte al giorno, e può essere associata anche ad altre terapie.

E’ opportuno prendere precauzioni nel caso in cui il soggetto che deve sottoporsi alla terapia risulti

insensibile alla temperatura.

E’ opportuno comunque prendere diverse precauzioni in caso di: donne in gravidanza, portatori di

pacemaker e/o dispenser elettronici di farmaci o nel caso in cui il soggetto che deve sottoporsi

alla terapia risulti insensibile alla temperatura.


Il tuo nome (richiesto)

La tua email (richiesto)

Oggetto

Il tuo messaggio