Ecografia muscolo scheletrica

CHE COS’È?

L’ecografia muscolo-scheletrica è uno tra gli ambiti meno conosciuti della metodica che però si sta sviluppando maggiormente. Attraverso l’ecografia è infatti possibile studiare in maniera non invasiva e senza l’utilizzo di radiazioni ionizzanti la gran parte delle articolazioni del corpo (spalla, gomito,ginocchio, caviglia, articolazioni delle mani, anca) traendo informazioni spesso più determinanti della risonanza magnetica che ad oggi risulta l’esame di riferimento.

L’ecografia risulta la metodica migliore per i sintomi dolorosi di queste articolazioni.

Tra gli aspetti vantaggiosi dell’ecografia vi è quello di avere la possibilità di esami dinamici (ovvero in movimento) così da poter ricavare alcune alterazioni  impossibili da visualizzare a riposo. Fondamentale è l’utilizzo dell’ecografia muscolo-scheletrica nei traumi da sport, poiché permette di studiare alla perfezione muscoli, tendini e legamenti con un solo esame.

Di grande utilità risulta lo studio della sinovia (il tessuto che ricopre l’osso nelle articolazioni)per le malattie infiammatorie delle articolazioni (artriti). Inoltre tale metodica viene utilizzata nello screening neonatale per la displasia congenita dell’anca del neonato.

E’ NECESSARIA UNA PREPARAZIONE ?

Tale ecografia non necessita di una preparazione specifica ma è consigliabile un abbigliamento comodo. Non dimenticare di portare con sé gli esami precedenti e la documentazione clinica relativa alla parte da esaminare

COME VANNO INTERPRETATI I RISULTATI ?

L’interpretazione dei referti delle ecografie muscolo-scheletriche non sono di facile approccio per coloro che non sono specialisti in materia in quanto  contengono per lo più informazioni tecniche. Per tale ragione è opportuno che gli esiti di questi esami vengano valutati da un reumatologo o un ortopedico (da un pediatra se si tratta dell’anca neonatale) che possa quindi elaborare una diagnosi ed aiutarvi nella risoluzione del problema.

QUALI SONO GLI ALTRI ESAMI UTILI ?

La Risonanza Magnetica, la TAC e le radiografie sono esami che permettono di fornire informazioni aggiuntive che potrebbero essere necessari a sviluppare una corretta e scrupolosa diagnosi.